Cittā di Monselice

PREMIO NAZIONALE DELLA BONTA' 2018

Pubblicata il 12/06/2018

Quest'anno il premio Nazionale della Bontà, iniziativa giunta ormai alla 44esima edizione e promossa dall'Arciconfraternita di Sant'Antonio di Padova, va a Letizia Guglielmo, 49enne originaria di Monselice, e ad Erika Lorenzi, una studentessa di terza media dell'Istituto "Vincenza Poloni" - Sabinianum di Monselice. La cerimonia si è svolta sabato 9 giugno davanti al Sagrato della Basilica del Santo a Padova, con la partecipazione del Vicesindaco Andrea Parolo in rappresentanza di tutta l'Amministrazione comunale della Città di Monselice.
Letizia Guglielmo si è dimostrata degna del riconoscimento "Donatrice di una nuova vita" per l'alto valore esemplare di impegno civico dimostrato: ha donato infatti liberamente ed in modo disinteressato un proprio rene a Lara Martello, una sua amica d'infanzia malata dal 1999 di insufficienza renale e dal 2010 in attesa di un trapianto. Un gesto così importante, concreto, virtuoso, "che vale più di mille parole e che rappresenta uno degli atti più nobili e importanti al prossimo" come definito dal Sindaco e dal Vicesindaco.
Il Premio della Bontà prevedeva anche una parte concorsuale rivolta alle scuole e diviso in tre sezioni: disegno, narrativa e multimediale. Erika Lorenzi si è classificata al primo posto per la sezione disegno nella categoria riservata alla scuole medie: ha creato infatti una raffigurazione molto suggestiva, attraverso la quale "ha ispirato il valore delle radici cristiane e la volontà di crescere nella comunità" spiega il Vicesindaco, e "i rami che volgono verso l'alto assumono il significato dello sviluppo del senso della vita, verso la ricerca della pace sulla Terra". È stato inoltre consegnato un Attestato di merito alla studentessa per esprimere le più vive congratulazioni a nome del Sindaco Francesco Lunghi e dell'intera Città di Monselice.


 

 

 


 


Facebook Google+ Twitter