CONSEGNATO IL PROGETTO DEFINITIVO SECONDO CASELLO AUTOSTRADALE


Oggi è stato consegnato il progetto definitivo del secondo casello autostradale da parte di Aspiag Service s.r.l. al Comune che, ora, dovrà provvedere a trasmetterlo al Ministero per le proprie valutazioni.

Si è svolta successivamente, alla presenza del Sindaco Giorgia Bedin, del Dirigente dell'area Servizi Tecnici Giuliano Sinigaglia, di CE.R.V.E.T. e del progettista ing. Sandro Benato nonché alla presenza del vice-sindaco Raffaele Lusiani del Comune di Pozzonovo, la Conferenza stampa di presentazione del progetto.

Facendo un passo indietro ricordiamo che la convenzione integrativa sottoscritta tra il Comune ed Aspiag prevedeva all'art. 8 la trasmissione del progetto definitivo al Ministero entro il 30/12/2020 e l'avvio dei lavori entro febbraio 2021. Se ciò non fosse accaduto Aspiag avrebbe potuto optare per il finanziamento di altre soluzioni alternative come ad esempio la realizzazione della complanare anziché proseguire nell'iter per il secondo casello.

Grazie alla disponibilità di Aspiag che ha compreso le difficoltà e i rallentamenti collegati alla pandemia covid e all'iniziale carenza di personale dell'Ufficio Tecnico e che ha sempre avuto fortemente a cuore la realizzazione del secondo casello è stato possibile modificare d'intesa fra le parti la clausola suddetta spostando tutti i termini in avanti di un anno.

In realtà oggi con la consegna del progetto Aspiag e l'Amministrazione Comunale dimostrano concretamente che nonostante le suddette difficoltà, ad un solo mese dalla scadenza originaria, l'iter è in piena corsa.

Nel frattempo Aspiag, per accelerare ancor di più la realizzazione dell'opera, grazie anche all'intermediazione svolta dal Dirigente dei Servizi Tecnici e alla disponibilità dei proprietari dei terreni oggetto di intervento, ha concluso con quasi tutti loro dei preliminari di compravendita che hanno consentito di evitare le lungaggini di una procedura di esproprio.

Il progetto è stato presentato in sala consiliare da parte del progettista ing. Sandro Benato e l'ing. Riccardo Spoladore della Net project che hanno illustrato i punti salienti dello stesso, assieme all'arch. Nicola Visentini per gli aspetti ambientali:

- innanzitutto si conferma il Progetto di Fattibilità Tecnico Economico già presentato;
- sono state recepite nel progetto definitivo tutte le indicazioni che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva avanzato in sede di approvazione del Progetto di Fattibilità Tecnico Economico;
- il progetto si compone di 118 documenti composti da 94 elaborati grafici, 24 relazioni descrittive e da un elenco progetti;
- interessa un'area di circa 97 mila metri quadrati tra Monselice e Pozzonovo;
- considerata la situazione idraulica della zona è stata posta particolare attenzione all'aspetto idraulico e quindi sono state previste fossature lungo tutto lo sviluppo dell'opera con aree di raccolta di sedimentazione delle acque stesse (cd vasche di laminazione);
- il progetto sarà corredato da barriere antirumore nei tratti di vicinanza alle abitazioni;
- l'opera sarà altamente automatizzata con scarsa o nulla presenza di personale;
- l'opera di scavalco sarà realizzata in acciaio tipo corten;
- la spesa complessiva è di circa 20 milioni di cui 15 milioni sono lavori, dei quali 1 milione sono per opere a corredo: rotatoria, pista ciclabile, semafori, nuova strada comunale ed altre opere minori;
- è stata posta particolare attenzione per quanto riguarda le opere di mitigazione ambientale con piantumazione di piante, vaste aree di laminazione e fitodepurazione, barriere arboree che costeggiano tutto il fronte ovest della strada di adduzione al casello, oltre che altre barriere arboree a protezione dei fabbricati vicinori;
- sensibili alla protezione della migrazione della fauna minore sono stati predisposti anche idonei attraversamenti;
- il tempo previsto per la realizzazione dell'opera è stato stimato in 18 mesi dall'approvazione del progetto esecutivo da parte del Ministero;In particolare sarà realizzata una corsia pedonale per l'attraversamento della superstrada Monselice-Mare mediante semafori ed area tratteggiata di sicurezza e dispositivi acustici per persone con disabilità, per il transito di pedoni e biciclette che potranno così raggiungere in sicurezza da via Basse il centro abitato di San Bortolo. Quest'opera in particolare è stata inserita all'interno del progetto grazie a "Donna Italina Bonato", una veterana-battagliera imprenditrice agricola di via Basse, presente alla Conferenza stampa.

Il Sindaco Giorgia Bedin soddisfatta dichiara che: "la consegna del progetto definitivo è sicuramente dimostrazione del serio impegno di tutte le parti per un'opera fondamentale e prioritaria non solo per Monselice ma per lo sviluppo di tutto il territorio e il tessuto socio-economico della Bassa padovana. Ringraziamo Aspiag Service s.r.l. anche perché, come ha potuto riferirci in molteplice occasioni, sappiamo che per loro questo progetto è molto importante. L'azienda ha creduto fin da subito nella bontà di questa operazione e ha effettuato investimenti importanti a supporto della Città di Monselice e di tutta la zona della Bassa Padovana. Con il secondo casello autostradale, infatti, si otterrà lo spostamento di tutto il traffico di mezzi pesanti dal centro della Città alla zona industriale. Questo importante ed innovativo investimento, quindi, non sarà solo ad uso di Aspiag Service s.r.l., ma soddisferà tutte le diverse e molteplici necessità delle industrie facenti parte della zona industriale. L'azienda prevede di arrivare a movimentare, nel momento in cui sarà a pieno regime, circa 250/300 mezzi al giorno".

Slide presentazione Casello autostradale   

Monselice, 26 gennaio 2021
 

* * *
 

Al "via" al progetto definitivo per il secondo casello autostradale a Monselice

Da veneziaedintorni del 27/01/2021

Accordo tra Autostrade, Comuni di Monselice e Pozzonovo e Aspiag per la realizzazione del nuovo casello autostradale Monselice sud

In data 26 gennaio 2021 è stato consegnato il progetto definitivo del secondo casello autostradale da parte di Aspiag Service s.r.l. al Comune che, ora, dovrà provvedere a trasmetterlo al Ministero per le proprie valutazioni. Si è svolta successivamente, alla presenza del Sindaco Giorgia Bedin, del Dirigente dell'area Servizi Tecnici Giuliano Sinigaglia, di CE.R.V.E.T. e del progettista ing. Sandro Benato nonché alla presenza del vice-sindaco Raffaele Lusiani del Comune di Pozzonovo, la Conferenza stampa di presentazione del progetto.

Il rinvio di un anno giustificato dal covid-19 
Facendo un passo indietro ricordiamo che la convenzione integrativa sottoscritta tra il Comune ed Aspiag prevedeva all'art. 8 la trasmissione del progetto definitivo al Ministero entro il 30/12/2020 e l'avvio dei lavori entro febbraio 2021.Se ciò non fosse accaduto Aspiag avrebbe potuto optare per il finanziamento di altre soluzioni alternative come ad esempio la realizzazione della complanare anziché proseguire nell'iter per il secondo casello. Grazie alla disponibilità di Aspiag che ha compreso le difficoltà e i rallentamenti collegati alla pandemia covid e all'iniziale carenza di personale dell'Ufficio Tecnico e che ha sempre avuto fortemente a cuore la realizzazione del secondo casello è stato possibile modificare d'intesa fra le parti la clausola suddetta spostando tutti i termini in avanti di un anno.

Ora si accelera…
Il nuovissimo Centro Agrologic Aspiag di Monselice In realtà oggi con la consegna del progetto Aspiag e l'Amministrazione comunale dimostrano concretamente che nonostante le suddette difficoltà, ad un solo mese dalla scadenza originaria, l'iter è in piena corsa. Nel frattempo Aspiag, per accelerare ancor di più la realizzazione dell'opera, grazie anche all'intermediazione svolta dal Dirigente dei Servizi Tecnici e alla disponibilità dei proprietari dei terreni oggetto di intervento, ha concluso con quasi tutti loro dei preliminari di compravendita che hanno consentito di evitare le lungaggini di una procedura di esproprio.

Il progetto della Net Project interessa 97 mila metri quadrati tra Monselice e Pozzonovo
Il progetto è stato presentato in sala consiliare da parte del progettista ing. Sandro Benato e l'ing. Riccardo Spoladore della Net project che hanno illustrato i punti salienti dello stesso, assieme all'arch Nicola Visentini per gli aspetti ambientali:
- innanzitutto si conferma il progetto di fattibilità tecnico economico già presentato;
- sono state recepite nel progetto definitivo tutte le indicazioni che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva avanzato in sede di approvazione del Progetto di Fattibilità Tecnico Economico;
- il progetto si compone di 118 documenti composti da 94 elaborati grafici, 24 relazioni descrittive e da un elenco progetti;
- interessa un'area di circa 97 mila metri quadrati tra Monselice e Pozzonovo;
- considerata la situazione idraulica della zona è stata posta particolare attenzione all'aspetto idraulico e quindi sono state previste fossature lungo tutto lo sviluppo dell'opera con aree di raccolta di sedimentazione delle acque stesse (cd vasche di laminazione);
- il progetto sarà corredato da barriere antirumore nei tratti di vicinanza alle abitazioni;
- l'opera sarà altamente automatizzata con scarsa o nulla presenza di personale;
- l'opera di scavalco sarà realizzata in acciaio tipo corten;

Il costo per il nuovo casello autostradale è di 20 milioni di euro 
- la spesa complessiva è di circa 20 milioni di cui 15 milioni sono lavori dei quali 1 milione sono per opere a corredo: la rotatoria, la pista ciclabile, i semafori, la nuova strada comunale ed altre opere minori;
- è stata posta particolare attenzione per quanto riguarda le opere di mitigazione ambientale con piantumazione di piante, vaste aree di laminazione e fitodepurazione, barriere arboree che costeggiano tutto il fronte ovest della strada di adduzione al casello, oltre che altre barriere arboree a protezione dei fabbricati vicinori;
- sensibili alla protezione della migrazione della fauna minore sono stati predisposti idonei attraversamenti;

Realizzazione ultimata nel 2022 
il tempo previsto per la realizzazione dell'opera è stato stimato in 18 mesi dall'approvazione del progetto esecutivo da parte del Ministero;
- l'azienda prevede di arrivare a movimentare, nel momento in cui sarà a pieno regime, circa 250/300 mezzi al giorno.In particolare sarà realizzata una corsia pedonale per l'attraversamento della superstrada Monselice-Mare mediante semafori ed area tratteggiata di sicurezza e dispositivi acustici per persone con disabilità, per il transito di pedoni e biciclette che potranno così raggiungere in sicurezza da via Basse il centro abitato di San Bortolo. Quest'opera in particolare è stata inserita all'interno del progetto grazie a "Donna Italina Bonato", una veterana-battagliera imprenditrice agricola di via Basse, presente alla Conferenza stampa.

Soddisfazione del Sindaco Giorgia Bedin: un supporto di Monselice e della Bassa Padovana 
Il Sindaco Giorgia Bedin soddisfatta dichiara che: "la consegna del progetto definitivo è sicuramente dimostrazione del serio impegno di tutte le parti per un'opera fondamentale e prioritaria non solo per Monselice ma per lo sviluppo di tutto il territorio e il tessuto socio-economico della Bassa padovana. Ringraziamo Aspiag Service s.r.l. anche perché, come ha potuto riferirci in molteplice occasioni, sappiamo che per loro questo progetto è molto importante. L'azienda ha creduto fin da subito nella bontà di questa operazione e ha effettuato investimenti importanti a supporto della Città di Monselice e di tutta la zona della Bassa Padovana. Con il secondo casello autostradale, infatti, si otterrà lo spostamento di tutto il traffico di mezzi pesanti dal centro della Città alla zona industriale. Questo importante ed innovativo investimento, quindi, non sarà solo ad uso di Aspiag Service s.r.l., ma soddisferà tutte le diverse e molteplici necessità delle industrie facenti parte della zona industriale".


 
* * *
 
Casello Autostradale Monselice Sud
 


Formato PDF   

 

Monselice, 21/05/2019 

 
* * *



NUOVO CASELLO MONSELICE
INCONTRO POSITIVO CON IL MINISTERO E AUTOSTRADE


Roma, 01 febbraio 2017 

Lunghi: “Sono molto soddisfatto dell’incontro di oggi che ha confermato come il cammino intrapreso per realizzare questa infrastruttura stia andando nella giusta direzione”.

Un incontro dall’esito positivo quello avvenuto oggi tra il Sindaco di Monselice Francesco Lunghi e la Società Autostrade nella sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a Roma per discutere della fattibilità del secondo casello Monselice sud sull' intersezione tra la nuova variante Sr10 e l' autostrada A13 e del prolungamento della terza corsia nel tratto tra Monselice e Padova.
Accompagnato dall’onorevole Gessica Rostellato, dall'assessore ai lavori pubblici Andrea Tasinato e dalla società Cervet srl, developer del masterplan di Agrologic, il sindaco Francesco Lunghi ha presentato nel dettaglio ai vertici degli uffici tecnici del Ministero e ad Autostrade il progetto di massima del nuovo casello che prevede la realizzazione di un’infrastruttura completamente automatizzata con quattro porte di ingresso e quattro di uscita.
“Sono molto soddisfatto dell’incontro di oggi, che ha confermato come il cammino intrapreso per realizzare questa infrastruttura stia andando nella giusta direzione - ha commentato il sindaco di Monselice Francesco Lunghi -  Entro il 13 febbraio presenteremo un’osservazione alla VIA, la Valutazione d’impatto ambientale, richiesta dal Ministero e da Autostrade per il secondo casello, con le integrazioni inerenti la richiesta di prolungamento della terza corsia nel tratto tra Monselice e Padova. Entro l’estate verrà attivata la conferenza dei servizi, dopodiché verranno presentati i progetti esecutivi per poter partire a giugno 2018 con i lavori di realizzazione del casello, che indicativamente dovrebbero durare sei mesi”.
Nelle prossime settimane il Sindaco Lunghi, illustrerà i dettagli dell’incontro di oggi ai sindaci del territorio e in particolare di Tribano, Arre, Bagnoli di Sopra, Candiana, Carceri d’Este, Conselve, Este e Pozzonovo che in una riunione del 16 gennaio scorso nel Municipio di Tribano avevano già espresso unanime e completa soddisfazione per la realizzazione dell’infrastruttura viaria, in quanto risponde all'esigenza, particolarmente sentita e da lungo tempo auspicata di migliore, più diretto e sicuro collegamento della SR 104 con l'autostrada quale prospettiva di  sviluppo economico del territorio.


 
torna all'inizio del contenuto